IndicePortaleFAQLista UtentiGruppiCercaRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Guida Pittura e Tutorial 2

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Auff

avatar

Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 21.12.07
Età : 29
Località : Rho

MessaggioTitolo: Guida Pittura e Tutorial 2   Sab Feb 02, 2008 12:43 am

TECNICHE DI PITTURA:

MACCHIE DI COLORE
le parti di una miniatura vengono colorate con una sola gradazione di colore direttamente sul primer. è la tecnica più semplice, ma appiattisce molto, sconsigliato anche a chi inizia, la tecna successiva non è molto più difficile e rende molto di più.

PENNELLO ASCIUTTO
è una tecnica particolare che permette di ottenere effetti molto realistici con impegno minimo. l'effetto più tipico è quello del metallo.
infatti, se passate il color metallo (boltgun metal è il principale) direttamente sul nero del primer otterrete un metallo tipo domopack nettamente irreale e pessimo, anche per gli elfi più precisini.. per rendere più realistica la cosa esiste questa tecnica. funziona così, si prende il pennello usato per prendere e diluire i colori e si prende un po' di colore metallico. lo si diluisce un pochino (molto meno del solito), poi si prende il pennello designato per questa tecnica e lo si usa per prendere il colore, si svuota bene la punta e la si "asciuga" su un pezzo di carta assorbente. alcuni lo asciugano proprio, come se fosse una forchetta. è meglio (è anche più divertente) passarlo veloce avanti e indietro sulla carta assorbente, sarà pronto quando rimarranno colorate solo le parti più in rilievo della trama. a questo punto passate il pennello sulla minia. potete passarlo velocemente avanti e indietro (come nel caso di una spada o un ascia, in senso perpendicolare all'arma) oppure dando dei colpetti (per esempio per armature, catenelle, cose un po' infossate, magli..).
anche con questa tecnica si possono fare più passaggi, utilizzando colori metallici più chiari e più asciutti (che colorano meno la carta assorbente).
infine è consigliabile un passaggio di black ink diluitissimo (o brown ink se si sta facendo metallo arrugginito). si può anche fare primo passaggio, ink, secondo passaggio con lo stesso colore del primo ma più asciutto, terzo passaggio con colore più chiaro e più asciutto. essendo che questa tecnica sporca molto la minia, è la prima da fare, e poi bisogna passare una mano del colore del primer sulle parti della minia che sono state sporcate, per evitare facce alla terminator.
notare che per l'oro invece si usa la tecnica normale. c'è chi usa il pennello asciutto per fare tutto, dai vestiti agli incarnati... beh, è nettamente sconsigliabile perchè come avrete intuito è tutt'altro che precisa come tecnica.


PITTURA A STRATI
scuola gw, semplice ed efficace, consiste nel dare più passaggi di colori sempre più chiari sulla stessa zona, in base a cosa è più illuminato. le cose più in rilievo sono le più illuminate, quelle più "infossate" rimangono scure. di solito i passaggi sono 3:
I) il colore di base, scuro, che alla fine rimarrà solo nelle parti "infossate". è consigliabile per tutti i colori una mano preliminare di un colore che smorzi un po' il nero, molto consigliato lo skorched brown. es: se passate un rosso scuro direttamente sul nero esce un violetto del cacchio che non vi serve a un tubo.. se lo date sul marrone ottenete una cosa nettamente migliore.
II) sarà il colore principale, va dao su tutta la zona che non si vuole rimanga in ombra.
III) lumeggiatura, questo strato di colore va usato sulle parti che saranno più in luce, quindi più in superficie.
IV) opzionale ma consigliato, colpi di luce, pennellate piccolissime di colore chiarissimo solo dove cade la luce.
V) opzionale e molto discusso: inchiostro: esistono degli inchiostri made in gw o qualunque altra china, che se passati diluiti alla fine della pittura accentueranno le ombre e amalgameranno i passaggi. chiaramente il colore dell'inchiostro deve essere lo stesso della cosa su cui l'inchiostro và.
Di solito va diluito molto per non rovinare tutto, ed è importantissimo che ce ne sia poco sulla punta del pennello se no vi inonda la minia.
questo metodo è molto sconsigliato nella maggio parte dei casi perchè un po' grossolano e perchè gli inchiostri sono lucidi, quindi rischiare di avere un tessuto, o la faccia di un tipo, lucidi.. rischio pessimo.
per le cose metalliche come armature non a pennello asciutto ci può stare, perchè ci sta che le armature siano lucide.
in ogni caso l'uso dei colori normali mooolto diluiti è quasi sempre consigliabile al posto dell'inchiostro, perchè nn dà quell'effetto lucido.
per le cose metalliche a pennello asciutto invece è quasi sempre consigliabile un passaggio di black ink o di brown ink (se ruggine) per evitare l'effetto "domopak", ma il pennello asciutto e l'effetto ruggine verranno approfonditi più avanti.
è consigliabile anche per dare un effetto magico alle lame, tipo una lama metallica con passaggio inchiostro colorato volete diluito fa un effetto carino.
questi passaggi possono diventare di più, ad esempio si possono fare passaggi intermedi tra i punti con gradazioni di colore intermedie.
oppure possono essere di meno, ad esempio solo il primo e il secondo, oppure solo primo secondo e quinto, o anche primo e quinto.
dipende tutto dal tempo che avete a disposizione e da cosa state dipingendo. per i pezzi da gioco ad esempio, pochi passaggi vanno cmq benissimo!
l'importante di questa tecnica è la stesura del colore, che deve essere a macchia, non si devono vedere le pennellate, ma delle macchie concentriche di colore sempre più chiaro. la cosa difficile è la precisione, che però si guadagna con un po' di esperienza e capire cosa è più illuminato


LUMEGGIATURA

è un miglioramento della tecnica precedente, i procedimenti e la teoria di base sono gli stessi, ma i passaggi diventano di più, non un numero fisso, ma un numero sufficiente a far sembrare che la superficie dipinta sia sfumata.
all'inizio si fanno passaggi di colori più chiari a pennellate per rendere questo effetto, ma è molto meglio fare delle macchie, disegnare proprio l'area che si sta dipingendo, e nei passaggi successivi disegnare un'area sempre più piccola.
l'effetto finale è che lo stacco tra i colori non si nota! se fatto bene è veramente impressionante. usare le pennellate al posto delle macchie è più semplice ma anke irreale, mai visto un bordo di uno scudo coi segni delle pennellate?
gli inchiostri sono assolutamente banditi tranne per le cose metalliche a pennello asciutto. per questa tecnica ci vuole molto occhio e molta precisione (e anche molto tempo), quindi ci si arriva piano piano, e ne passa di tempo prima di padroneggiarla bene. per i pezzi da gioco è comodamente evitabile.. si usa per i pezzi importanti, o da esposizione, o sboronate, o cose simili..

OMBREGGIATURA

è una tecnica avanzata non condivisa da tutti, caratteristica dello stile di pittura " francese", e consiste nel creare ombre con passaggi di colore diluito su una minia già dipinta a livello della tecnica precedente. una volta ultimata la fase di lumeggiatura è una finezza creare delle ombreggiature nelle zone più in ombra.
e come? con passaggi di colore scuro diluitissimissimissimo (come per inchiostrare) con pochissimo colore sul pennello. è necessaria molta attenzione per non sporcare la minia e rovinare il lungo lavoro di lumeggiatura. attenzione! è molto imp usare colore diluito e non inchiostri perchè a quanto pare gli ink sporcano e basta, mentre il colore diluito è più finezza e più utile in quanto colora..
anke qui possono essere necessari più passaggi su aree più piccole essendo il colore molto diluito, lascerà un alone che andrà progressivamente prendendo corpo.
importante! non è necessario che il colore dell'ombreggiatura sia lo stesso della lumeggiatura ma più scuro! anzi! per le cose metalliche è preferibile e molto fico usare un colore complementare! ad es sull'armatura viola si può usare del verde acqua scurito e mille diluito..
sui vestiti l'effetto è un po' più irreale e da un effetto cangiante, ma è cmq fattibile in alcuni casi..
sulla pelle ad es può essere bello usare ombreggiature in catachan green, fateci caso, su molte persone è evidente la sfumatura al verde.. (curiosità, negli affreschi medievali l'incarnato partiva dal "verdaccio", una specie di catachan green. e nel famoso crocifisso di cimabue la pelle di cristo è resa con pennellate oro su una preparazione in verdaccio, chiaramente visibile da vicino)
la cosa più criticata di questa tecnica è che è un po' sporca e che spesso è troppo irreale.. ho visto un nano sulla neve con riflessi della pelle azzurrini.. sembrava in disco..


NOZIONI AVANZATE, TEORIA DEI COLORI

è ora il punto di qualche consiglio teorico sull'uso dei colori, che ricordano qualche lezione di artistica delle medie, qualche lezione di fisica del liceo, e qualche lezione di abbinamento vestiti della mia ragazza...
quali colori?
•innanzitutto la scelta dei colori: prima di iniziare a dipingere bisogna avere una minima idea del colore delle varie parti della minia, per fare questo è utile riferirsi al cerchio cromatico e sfruttare i rapporti tra colori, in modo che ad essere strettamente accostati siano colori complementari. ad esempio un buon colore da affiancare al rosso o al viola è il verde, mentre una pessima scelta di accostamento è rosso-viola. il perchè è piuttosto evidente: due colori troppo simili si mischiano, mentre due colori molto diversi (complementari) vengono valorizzati e spiccano meglio.
•intensità: ma non basta il primo step, perchè il mondo è pieno di verdi diversi.. bisogna anke farsi un idea del tipo di colore da usare e soprattutto della sua intensità.
un colore si dice che è molto saturo quando è molto acceso (tipolo snoot green, o il liche purple, oil giallo degli evidenzaìiatori..) mentre un colore è poco saturo quando è spento (come il catachan green, un po' tutti i grigi, oppure l'asfalto e gli alberi..).
può essere una buona idea accostare un colore molto saturo ad uno poco saturo, e può essere utile desaturare un colore per renderlo più realistico o semplicemente per creare un accostamento migliore.
per desaturare un colore lo si mischia con un grigio.
colori caldi e freddi: tendenzialmente è cosa buona che i colori di una minia siano o tutti caldi o tutti freddi, anke se dipende dalla quantità, perchè ad esempio per una decorazione sottile su una superficie più ampia si possono usare colori caldi e freddi insieme (ad esempio una decorazione gialla su una tunica viola..)
Schiarire e scurire
i colori si comportano diversamente dalla luce, quindi nella maggio parte dei casi è sbagliato mischiare il bianco a un colore per schiarirlo e il nero per scurirlo. ecco perchè:
sintesi additiva e sottrattiva: ripassino veloce di fisica (solo accennato lunedì, ora già che ci sono ve lo espongo dettagliatamente): perchè quando si parla di tempere i colori primari sono giallo rosso e blu mentre quando si parla di luce i colori primari sono giallo rosso e verde??? perchè il disco di newton quando gira diventa bianco mentre se mischio tutti i colori insieme esce un marronaccio del cacchio?? perchè la luce si mescola con sintesi additiva, mentre i pigmenti con sintesi sottrattiva.
entrando nello specifico la pittura gialla riflette in prevalenza la luce gialla, ma anke quella verde, arancio e rossa, la pittura blu riflette in prevalenza la luce blu, ma anke quella verde e violetta. quando si mischiano l'unico colore che riflettono entrambi è il verde, per questo il risultato della miscela è il verde.
insomma, si sommano i colori che assorbono entrambi, e quello che rimane e che viene riflesso da entrambi è il risultato.
invece parlando di fasci di luce tutti sappiamo che la luce che illumina le cose è bianca perchè la somma di tutte le frequenze dello spettro visivo, dal rosso al viola. quindi passando attraverso un prisma lo spettro si divide e può essere ricomposto con una lente. e per questo il disco di newton quando gira diventa bianco e un fascio di luce verde e un fascio di luce gialla mischiati danno luce gialla.
ma chissenefrega di tutto questo?? è importante perchè per riprodurre effetti di luce non dobbiamo agire come se stessimo usando fasci di luce, ma pigmenti! ad esempio una felpa rossa colpita dalla luce sarà a tratti rosso chiaro e a tratti rosso scuro, ma per rendere questo effetto non possiamo usare il colore bianco per schiarire il rosso, se no otteniamo un rosa improbabile!! bisogna quindi usare altri colori per schiarire e scurire, ad esempio un marroncino nel caso del rosso.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
Guida Pittura e Tutorial 2
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Il Negozio :: Excalibur Database :: Galleria-
Vai verso: